15 49.0138 8.38624 http://www.manuorologi.it arrow 0 arrow 1 1 Your e-mail has been sent! A problem has occured. Please try again. NEW HOT SALE cookie-true 600
Spedizione gratis su tutti gli ordini online! Spedizioni in tutto il mondo Acquistiamo e valutiamo il tuo orologio.

Rolex Daytona: La storia del mito

Rolex Daytona: La storia del mito

Introdotto nel 1961, era dotato della caratteristica cassa Oyster, contraddistinta da fondello e corona serrati a vite e pulsanti a pompa. Il nome è dovuto al fatto che a quel tempo la Rolex sponsorizzava la 24 Ore di Daytona. Al tempo erano disponibili solo le versioni in acciaio e oro a 14 e 18 carati.[1] Di questa prima serie si distingue la referenza nota in quanto indossata da Paul Newman durante un suo film, caratterizzata dal presentare la fascia dei minuti e i quadratini cronografici nello stesso colore, in contrasto col resto del quadrante. Nel 1976 i pulsanti cronografici a pompa vennero sostituiti da quelli a vite.[1] Fu prodotto come Cosmograph, Oyster Cosmograph Daytona e Cosmograph Daytona ininterrottamente fino al 1988.

In quest’anno avvennero due cambiamenti fondamentali per la Rolex e in particolare per il Daytona: in primo luogo cessò la produzione del modello a 14 carati, soppiantato da uno in acciaio ed oro; in secondo luogo vennero apportati a questo modello profondi cambiamenti tecnici che non ne alterarono però l’estetica.[1] I Daytona prodotti prima di quell’anno furono relativamente poco diffusi e sono stati sostituiti da un più grande Daytona con movimento a carica automatica, che utilizzava una versione leggermente modificata del calibro Zenith El Primero, denominata Oyster Perpetual Cosmograph. Nello stesso anno, la garanzia d’impermeabilità venne portata a 10 atmosfere.[1]

Nel 2000 Rolex ha sostituito il movimento Zenith con un movimento interamente di propria progettazione, il Rolex calibro 4130 (numero modello: 116.520). Tale cambiamento venne annunciato durante la Fiera di Basilea.[2]

Ne esiste, dal 2008, anche una variante in oro Everose, ovvero in lega di oro e Platino, dal caratteristico colore rosa che, come suggerisce il nome stesso, impedisce al cronografo Daytona Everose di perdere colore con lo scorrere del tempo. Nel 2013 è stata introdotta la referenza in platino per celebrare il 50º anniversario della referenza.

Category Orologi
BUY FOR ME

E-mail Preview

Would you please buy this awesome piece for me dear? :)

SHOP NOW

Design Options

E-mail Settings

X